Questo sito può far uso di widget di terze parti che utilizzano i cookies.
Per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy
Mantenere i ricordi dormendo


Mantenere i ricordi dormendo

Due recenti ricerche dimostrano che il riposo notturno aiuta a fissare e mantenere i ricordi, rielaborando tutte le informazioni acquisite durante il giorno.

Proprio così, per fissare i ricordi è importante riposare bene. Lo dimostrano due recenti ricerche (Università di Washington e del Wisconsin) apparse su Science.

Durante il giorno il cervello elabora una mole impressionante di informazioni (circa 11 milioni al secondo!). E mantenere i ricordi non è facile!

Ogni attività stimola le cellule cerebrali e ciò incrementa le ramificazioni (dendriti) che si estendono verso gli altri neuroni che svolgono lo stesso compito, attivando nuove sinapsi e creando così una rete fittissima di filamenti cellulari. Questa rete richiede molto dispendio di energia per essere mantenuta e crea maggiore intralcio quando dobbiamo ricercare informazioni.

Quindi come mantenere i ricordi?

Ecco allora che il sonno viene in soccorso: durante il riposo notturno, infatti, il cervello rielabora e mantiene le informazioni utili alla nostra vita e si disfa di quelle che invece non sono importanti. In questo modo, riorganizza la rete mantenendo solo ciò che serve e prepara il tessuto cerebrale per la giornata successiva.


03/07/2011 00:00:52

PATROCINI & SPONSOR